sabato 21 maggio 2011

I miei primi addobbi di Natale

In occasione del Natale 2010, ho realizzato due tipi di palle decorative per l’albero... in realtà l’idea di partenza era un’altra (come sempre nelle mie cose), ma questo è stato il risultato finale. Dopo aver valutato il fattore costo e il fattore tempo... ecco quel che è venuto fuori!!!


 


Volevo un materiale morbidoso e caldo:
io: il feltro???
me: no, troppo caro.
io: Vediamo che posso fare con il pyle... morbido è morbido...
me: vada per il pyle!
io: beige o rosso???
me: mmm... rosso (ma per questa volta!!!)
E tra surreali dialoghi, numerosi tutorial consultati, modelli stampati e tentativi con tessuto in mano, alla fine dovevo trovare il modo migliore, più veloce e pratico, per fare delle roselline... io e me gridarono: siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
niente di più facile che realizzare le roselline che compongono queste morbidosissime palle di Natale... ho avuto anche modo di testare l’effetto antistress del maneggiare un tessuto come il pyle: una sensazione fantastica!!!
una pallina di polistirolo al centro, una quarantina di roselline rigorosamente attacatte con pistola a caldo e fu così che... piccole palle fiorirono!!!
Il secondo tipo di palle è legato ad una storia un tantino più lunga, perché questa cosa di fare le sfere con lo spago e il palloncino e la colla... tanta colla, me la porto dietro proprio da anni! E finalmente anche questo esperimento è riuscito... non tutte si possono definire perfettamente rotondeggianti, ma sferoidi si!!!
Per l’abbellimento delle suddette, ci sono state una decina di idee... tutte rigorosamente scartate a vantaggio di alcune roselline, precedentemente realizzate con la presunzione di volerci fare le palle di cui parlato prima; ne avevo realizzate circa una trentina, mi ero resa subito conto che non potevo riempirci delle sfere di polistirolo e le avevo infine conservate e messe in una scatolina! Ho utilizzato solo pannolenci rosso e verde, un filo dorato acquistato per soli 0.50 €/spoletta e l’effetto Natale era pienamente ottenuto... o almeno agli occhi di Latte&Caffè, che per la prima volta aveva realizzato una cosa dalla A (di “Arriminiamo [dal siciliano: mescolare] colla e acqua") alla Z (di “Zitti che sennò il dietropunto mi viene tutto storto”).

Al prossimo Natale, ♥ L&C ♥

2 commenti:

Giovanna ha detto...

Loryyy, finalmente riesco a scriverti...
Complimenti!!! il blog è carinissimo, ed hai la capacità di trasmettere la passione che metti nel realizzare le tue piccole opere d'arte! sei grande!!!

( non sono riuscita a mettere la mia foto sul profilo google... mah,,,non ci capirò mai

Anonimo ha detto...

:-) Queste le decorazioni di Natale! belle anche se troppo grandi per i miei gusti, ma penso che ormai l'hai capito!! :-)